domenica 8 settembre 2013

Il Gusto Proibito dello Zenzero di N.Fordj


Il gusto proibito dello zenzero: ecco un libro che ti fa stare male, ti lascia l'amaro in bocca ma che una volta iniziata la lettura non si riesce a smettere di andare avanti.
Una storia d'amore, d'amicizia che supera i confini del razzismo, del tempo e della guerra.
Siamo a Seattle. Henry Lee si trova davanti all'hotel Panama che dopo anni di chiusura sta per essere riaperto con una nuova gestione. Dai sotterranei dell'hotel riemergono effetti personali di molte famiglie giapponesi ed è proprio mentre vengono portati fuori gli scatoloni che Henry vede un ombrellino di bambù con un pesce disegnato: basta questo a portarlo indietro di 40 anni.
Nei primi anni Quaranta l'America era in guerra e coperta da un folto manto di razzismo. Henry era solo un ragazzino ma il fatto di essere cinese gli aveva fatto conoscere l'odio e la violenza. Tutti i giorni doveva fare in conti con i bulli della scuola che lo insultavano e lo picchiavano. Si sento solo finchè non trova Keiko, una ragazzina dall'aria timida che sa cosa vuole dire avere una pelle diversa essendo giapponese.
Tra i due nasce una tenera amicizia che con il tempo si trasforma in un legame forte tanto che non si fanno intimidire dall'ordine del Governo che obbliga a non avere amicizie coi giapponesi poichè questi verranno internati come possibili traditori.
La tenacia di Henry non viene mai a mancare anche se la sorte e i genitori di lui gli si mettono decisamente contro.
Quando si arriva all'ultima pagina di questo libro, si resta senza parole.

1 commento:

  1. Anche io ho letto questo libro e ricordo che mi piacque.. anche perchè non conoscevo questo capitolo della storia!!
    se ti interessa puoi trovare la recensione qui:

    http://leparoledipinte.blogspot.it/#!/2010/03/il-gusto-proibito-dello-zenzero-jamie.html

    a presto :)

    RispondiElimina